Quali sono gli aspetti che sono in grado di garantire un buono stato di salute di una relazione duratura? Quali i compiti che ciascuno deve impegnarsi a eseguire? Il risultato è evidentemente frutto di un lavoro di squadra, della sinergia e della convergenza di ciascuno verso obiettivi comuni. Vediamo quali.

La scelta del partner

Perché scegliamo una persona piuttosto che un’altra? Da cosa si è attratti? Numerosi sono i fattori che intervengono, bisogni personali, desideri, aspetti biologici; le stesse esperienze vissute nel contesto familiare influiscono sull’idea di amore che ciascuno si costruisce nel tempo. Spesso il partner scelto rievoca aspetti e caratteristiche molto familiari, sarà la fase successiva di conoscenza ad assicurare sufficiente compatibilità e durata.

Quando le scelte diventano insuccessi

A volte le scelte dei partner si rivelano degli insuccessi, giungendo a collezionarne tanti con aspetti simili tra loro. Molto probabilmente in questi casi i bisogni che si vogliono soddisfare sono di tipo personale. Se la scelta corrisponde ad una risoluzione di problemi personali, allora l’esito potrà essere negativo.

Lo stesso desiderio di cambiare alcuni aspetti dell’altro può essere un deterrente negativo delle relazioni, tanto da determinare una profonda delusione.

La condivisione intellettuale e fisica

Condividere interessi, attività, impegni sociali sembra essere una buona prerogativa per una relazione duratura. Ugualmente importante appare la vita sessuale per una coppia. Molte ricerche confermano il potere rinsaldante nelle relazioni più longeve. Alla base della gradevolezza dell’esperienza intima, vi è la soddisfazione generale nei confronti della relazione. Infatti nei casi in cui si rilevavano forti problematiche nella relazione, la sessualità non risultava appagante. Quando i partner riescono a mantenere una connessione positiva, emotivamente e sessualmente, costruiscono e vivono una relazione integrata, che unisce la trasparenza nella comunicazione, la mutua consapevolezza nel processo decisionale e l’impegno a creare le condizioni per mantenere l’energia erotica nella loro vita fisica / sessuale.

Come gestire i conflitti

* Esporre gli aspetti problematici senza criticare l’altro, al fine di favorire atteggiamenti costruttivi, e non difensivi. Ci si deve sentire liberi di esprimere le proprie emozioni in maniera tranquilla.

* Scegliere i momenti più opportuni per parlare di argomenti importanti. Questo significa anche saper controllare l’ansia, fare un passo indietro per calmarsi e riflettere quando una discussione inizia ad essere troppo animata. Meglio trattare in seguito un argomento piuttosto che farlo quando si è stressati o quando si ha fretta.

* Non farsi condizionare dalle proprie aspettative. Esse possono essere di intralcio alla relazione, soprattutto se sono non verbalizzate. Quando le aspettative vengono deluse possono nascere sentimenti di rabbia, frustrazione e delusione. In queste situazioni basta un attimo, una parola fuori posto che si accende la miccia che da il via ad un conflitto.

Occuparci di condurre una vita interessante ed autonoma, non solo ci beneficia in vari modi, ma contribuisce a dimostrare che siamo in grado di arricchire la vita di chi decide di accompagnarci in un rapporto di coppia duraturo.

Clicca quì per leggere la prima parte dell’approfondimento.

I segreti di una relazione duratura (parte prima)