I fatti di cronaca di oggi ci presentano una serie di storie di persone in difficoltà nell’ambito del proprio lavoro, difficoltà che sfociano talvolta in veri e propri maltrattamenti a danno di utenti fragili e indifesi. Questo stato prende il nome di sindrome da Burnout e può essere comune a molte professioni. Come riconoscerlo? In che modo si manifesta? Come intervenire?

Definizione di Burnout

La sindrome da Burnout viene definita come una condizione di stress importante, di esaurimento e crollo psico-fisico. Tale condizione si sviluppa all’interno di un dato contesto lavorativo, che talvolta ne rappresenta la causa. Esso genera malessere psico-fisico ed emotivo, demotivazione e disinteresse nei confronti della propria attività lavorativa. Tutto ciò viene frequentemente associato alle professioni di aiuto (professioni sanitarie, insegnanti, educatori, figure assistenziali ecc.). In realtà questa condizione può colpire qualsiasi professione, quello che cambia è l’effetto sui destinatari o fruitori di un servizio. Nel caso delle professioni d’aiuto l’utente destinatario di un servizio è una persona in uno stato di minorità fisica e psicologica, pertanto più debole e più soggetta ai cosiddetti maltrattamenti.

Come si manifesta il Burnout

Lo stress genera conseguenze a livello del funzionamento globale, interessando i seguenti livelli:

  • Livello cognitivo/emotivo: distacco emotivo, trascuratezza degli affetti e delle relazioni sociali, importanza eccessiva data al lavoro, demotivazione a lavoro, difficoltà di concentrazione, irritabilità e senso di colpa.
  • Livello Comportamentale: aggressività, abuso di alcool e sostanze, mancanza di iniziativa, assenteismo.
  • Livello Fisico: emicrania, sintomi respiratori, insonnia, inappetenza, disturbi intestinali, senso di debolezza.

Come intervenire

Se si avvertono gran parte o alcune di queste componenti è opportuno rivolgersi ad uno specialista e valutare la propria condizione, per evitare di danneggiare sé stessi e le persone con cui si viene in contatto. Se tempestivamente sostenuti, si può evitare di aggravare ulteriormente la propria condizione e creare disagio in chi spesso non ha strumenti per potersi proteggere.